Nella progettazione Loos inventa il Raumplan, una soluzione spaziale nella quale gli ambienti hanno altezze diverse a seconda della funzione, e questo genera l'incastro tra vari volumi.

“La mia architettura non è concepita come piani, ma come spazi. Io non disegno piante, facciate, sezioni. Per me non c’è il piano terreno, il primo piano, eccetera Per me ci sono solo spazi continui e contigui, stanze e antistanze, terrazzi, e così via. I livelli si fondono e gli spazi si relazionano tra loro… Legare questi spazi in modo che il salire e lo scendere siano non solo impercettibili ma anche pratici: in questo io vedo ciò che per altri è il grande segreto, mentre per me è solo una logica conseguenza. …interazione e austerità spaziali….”.
Intervista concessa a Plzeň nel 1930.
 
Le opere
- di 11
  • DOWNLOAD
  • GRATUITO
    per tutti
  • GRATUITO
    per utenti Archweb
  • ABBONAMENTO
    per utenti premium
  • ACQUISTO SINGOLO
    paga 1 e scarica 1
Gli ultimi articoli dal blog
Archweb correlati