La costruzione del quartiere popolare di Cesate è fra gli episodi più significativi del primo settennio (1949-1956) del programma INA Casa: qui infatti il Comune commissiona ad un gruppo di professionisti di chiara fama – i tre BBPR (Lodovico Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers), Gianni Albricci, Ignazio Gardella e Franco Albini – il progetto per un nuovo insediamento estensivo, in risposta all’alta domanda di abitazioni.
La richiesta di affrancamento dalla presunta ortodossia di un linguaggio modernista internazionale, espressamente formulata nei manuali INA Casa e dalla commissione scientifica, è colta da Albini come occasione per sviluppare una soluzione totalmente originale: ogni schiera non si esaurisce nell’accostamento di “cellule” identiche, ma è l’esito progettuale dell’“interpenetrazione di volumi e superfici” (Fagiolo, 1975). Basata planimetricamente su una generatrice romboidale, ogni unità viene incastonata nella vicina assumendo uno sviluppo ad “L”, che permette di garantire il doppio affaccio al soggiorno, sito al piano terra, e distribuire a ventaglio le camere del primo piano. La distribuzione della zona notte avviene a partire da un corridoio centrale a cui si accede per mezzo di una scala a chiocciola in graniglia di cemento, incastonata al piano inferiore nel punto di snodo del soggiorno.

Lo studio che Albini riserva al rapporto tra spazi interni e esterni alle unità, sia in pianta che in alzato è molto approfondito: la generatrice romboidale della pianta di ogni alloggio viene infatti smussata negli angoli esterni generando una successione di volumi a base ottagonale compenetrati, il cui accostamento permette alla copertura un’unica linea di gronda, rettilinea e ininterrotta, che consente una razionale regolarità costruttiva. 
Fonte: Carlo Venegoni ( https://www.ordinearchitetti.mi.it/it/mappe/itinerari/edificio/642-quartiere-ina-casa-a-cesate/15-franco-albini-e-milano )
 

Disegni acquistabili
Gallerie fotografiche
Gli ultimi articoli dal blog
  • DOWNLOAD
  • GRATUITO
    per tutti
  • GRATUITO
    per utenti Archweb
  • ABBONAMENTO
    per utenti premium
  • ACQUISTO SINGOLO
    paga 1 e scarica 1
Archweb correlati