Chiara Del Core 13 mar 2019 approfondimento 0 commenti

•   FIBRE NATURALI

LEGNO
Da sempre eccellente materiale utilizzato in campo edile, rende l'ambiente caldo ed accogliente.Tra i vantaggi del legno si annovera l'estesa durabilità e la manutenzione ridotta, infatti se trattato con oli naturali, resiste a rottura, agli sbalzi di temperatura e all'umidità. In passato veniva utilizzato prettamente negli ambienti interni ma oggi grazie alle numerose varietà e ai trattamenti cui viene sottoposto, può essere impiegato anche in quelli esterni. Tra le tipologie di legno più adottate sicuramente il teak la fa da padrone; di origine tropicale, è celebre per l'uso in campo nautico e tra le sue proprietà annovera un'ottima resistenza agli agenti atmosferici. Viene particolarmente apprezzato per il suo aspetto caldo ed elegante che si fonde alle alte prestazioni tecniche e per questo viene utilizzato per arredi esterni dal forte impatto estetico. Infine i diversi tipi di trattamento e finitura permettono al medesimo materiale di assumere aspetti differenti, rendendolo così adatto a contesti completamente diversi.
 
VIMINI
Celebre fibra naturale ottenuta dall'intreccio di rami di salice, è largamente utilizzata per gli esterni ed ha il pregio di essere leggera e resistente al tempo stesso. Oggi disponibile in commercio in varie colorazioni oltre a quella neutra, è un materiale flessibile all'uso, può adattarsi a tutti gli ambienti rendendoli accoglienti e dando loro un aspetto coloniale.
 
BAMBU'
Ricavato da una piantagione sempreverde, il bambù si differenzia per il fusto cavo molto rigido e resistente. Utilizzato in Oriente anche per la costruzione di palafitte ed abitazioni, si trova sul mercato sottoforma di arredi e complementi dall'aspetto esotico.  Per la presenza diffusa in natura, il costo di questo materiale è relativamente basso e ne permette un utilizzo diffuso. 
 
RATTAN
Nel caso del rattan, il materiale non viene ricavato da un'unica pianta bensì da un'ampia famiglia di specie vegetali provenienti dall'Asia. La lavorazione delle fibre è totalmente naturale: le stesse vengono pulite, lavorate e lasciate essiccare al sole per lungo tempo fino a raggiungere l'aspetto desiderato. L'alta resistenza e la durata elevata sono i due punti di forza del rattan, che a seguito di trattamenti specifici viene impiegato per l'arredo di esterni.
 
Per quanto riguarda la manutenzione dei suddetti materiali naturali, è sufficiente pulirli periodicamente con spazzole e panni imbevuti di acqua e sapone neutro.Nel caso di tracce di muffa può essere utilizzata l'ammoniaca in un quantitativo molto ridotto perchè è importante ricordare che le fibre naturali sono belle quanto delicate.
 

•  FIBRE SINTETICHE

WPC (WOOD PLASTIC COMPOSITE)
Qualora amiate l'aspetto estetico del legno naturale ma non abbiate la possibilità di dedicare un'accurata manutenzione ai vostri arredi, esiste in commercio un valido compromesso: i materiali compositi. Essi infatti, ricavati da un mix di fibre naturali e polimeri termoplastici, risultano simili al legno e non si alterano con il tempo se esposti agli agenti atmosferici.
 
MATERIALI PLASTICI

Sono sempre più diffusi e scelti per la loro leggerezza e bassissima manutenzione;  i trattamenti dei materiali plastici li rendono resistenti alla luce diretta grazie a speciali pigmenti che ne garantiscono l'alta durabilità nel tempo. Lavabile, leggera, impilabile, la plastica è impiegata nella produzione di arredi moderni e semplici da usare, di complementi e di apparecchi illuminotecnici. Oggi lavorazioni molto sofisticate sono in grado di dare aspetti diversi ed originali a questo materiale che si trasforma e assume così l'aspetto delle fibre naturali ed anche di tessuti lavorati ed intrecciati. L'impermeabilità, il basso costo, la resa estetica e le alte prestazioni tecniche fanno di questo materiale uno dei più utilizzati.
Alcune delle tipologie più diffuse sono il polietilene, resistente agli agenti chimici, la resina sintetica, molto versatile ed il propilene, resistente e leggero.
La pulizia degli arredi in plastica è semplice e veloce ed avviene mediante acqua e comune detergente.
 

•  LEGHE METALLICHE

ALLUMINIO, ACCIAIO, FERRO
Per coloro che amano lo stile moderno e minimale, i metalli sono un'ottima scelta. Oggi infatti, grazie ai numerosi trattamenti a cui vengono sottoposti, garantiscono resistenza alle intemperie (copertura impermeabilizzante, zincatura, colorazioni). Inoltre la manutenzione non richiede un grosso impegno e la pulizia è semplice: è sufficiente trattare le superfici con del sapone di marsiglia ed asciugarle con un panno morbido. Sono invece bandite tutte le sostanze per la pulizia che contengono grani.
Uno dei materiali prescelti è l'alluminio, poichè molto leggero permette il semplice spostamento degli arredi da un ambiente all'altro secondo le necessità del momento. Ha un aspetto contemporaneo, non  tende a corrodersi e attraverso cere ed oli offre prestazioni ancora più alte. E' possibile anche trattare l'alluminio con rivestimenti in polvere che lo proteggono ulteriormente dal calore e dall'umidità; tuttavia esso tende a scolorirsi nel tempo e per ovviare a questo problema è possibile renderlo di nuovo brillante attraverso semplice lucidatura.
Per quanto riguarda l'acciaio, si tratta di un materiale stabile, durevole ma più pesante rispetto all'alluminio. Il ferro invece, ha il pregio di essere robusto ma il difetto di arrugginire facilmente; per questo motivo viene trattato con bagni in vasche di zinco che rafforzano la superficie proteggendola dalla ruggine.
Per chi ama ambienti classici e tradizionali è consigliabile il ferro battuto, disponibile in commercio in una svariata gamma di prodotti.
    

•  TESSUTI OUTDOOR

Dopo aver scelto l'arredo, si passa ai complementi, indispensabili per rendere l'ambiente accogliente e per soddisfare il gusto estetico personale. Si va dai cuscini ai tappeti, dai pouf ai teli, tutti elementi tessili che se esposti all'aria aperta ed agli agenti atmosferici devonoessere in grado di resistere e mantenersi invariati con il trascorrere del tempo.  A tal fine, sono perfetti i materiali impermeabili, studiati apposta per rivestire ed arricchire divani e sedute da esterni. Le alte prestazioni tecniche sono un plus valore che rendono un semplice tessuto da interni utilizzabile ovunque; denim, jacquard,cotone, tinte unite, fantasie e righe renderanno unici i complementi d'arredo del terrazzo.
 

4.  Lo stile: specchio della propria personalità

Poiché il terrazzo è il proseguimento esterno della propria casa, è buona abitudine arredarlo  in maniera conforme agli ambienti interni. Essendo poi, l'angolo di paradiso un po' per tutti, sarà semplice seguire il proprio gusto nella scelta di materiali, arredi e decori al fine di suscitare sensazioni di piacevole relax.
Allestire lo spazio in coerenza alla casa e amalgamarlo bene al contesto potrà aiutare a raggiungere un ottimo risultato.

Tre semplici consigli se seguiti, semplificheranno il progetto del vostro ambiente esterno:
    

  • Scegliere mobili e complementi d'arredo coerenti con lo stile degli ambienti interni
  • Assicurare la giusta illuminazione scegliendo fonti luminose adatte all'insieme  
  • Inserire del verde : le piante danno vita e colore all'ambiente

    
Di seguito saranno illustrati tre esempi stilistici molto diversi tra loro ma facilmente  applicabili alle singole necessità; basterà farsi guidare dal proprio istinto e dal proprio gusto estetico.
   
    

© Riproduzione riservata - E' possibile condividere con un link alla pagina

    

Condividi sui social
Categorie
pagine correlate
Blocchi cad consigliati

Copertura giardino

DWG

Parapetto cristallo

DWG

Fioriera terrazzo 01

DWG

Fioriera terrazzo 02

DWG

Terrazza giardino

DWG

Fioriere 01

DWG
Archweb correlati