Chiara Del Core 13 mar 2019 approfondimento 0 commenti

•   IL TERRAZZO MINIMALE

Lo stile perfetto per coloro che amano ordine e rigore scandinavi è quello minimale.
Introdotto negli anni '60 come movimento artistico che si poneva in netta contrapposizione con le correnti precedenti, ha presto raccolto consensi in tutto il mondo. 

Uno dei rappresentanti più imporanti della corrente è stato Mies Van Der Rohe che con il suo slogan “Less is more” ne ha delineato il principio cardine: bando ad inutili decori in favore della purezza delle forme. I caratteri di questo stile sono : purezza delle forme, concretezza, funzionalità, eleganza raffinata. La riduzione alle linee più pure e l'eliminazione del superfluo e dello sfarzoso stanno alla base di una filosofia che dell'essenzialità ne ha fatto un vero e proprio stile di vita. Per quanto riguarda i MATERIALI propri del linguaggio minimale, il cemento è forse quello  che più caratterizza questo stile; lasciato a vista è tipico    di pavimenti e pareti e trasmette un senso di concretezza solida ed austera. Inoltre si tratta di un materiale resistente e durevole nel tempo che oggi è molto apprezzato anche dal punto di vista estetico. Per gli arredi invece vengono impiegati materiali innovativi quali metalli e lacche per strutture e profili, cristalli e vetro per i piani d'appoggio e plastica e pelle per le sedute. Questo tipo di scelte fonde elementi tradizionali a soluzioni moderne e dal sapore  hi-tech.

La palette di COLORI  prevede tinte neutre che comprendono il bianco, i toni del grigio, il nero e talvolta le sfumature del marrone. Qualora si voglia sorprendere è concesso un elemento di colore intenso come il rosso o il giallo al fine di creare un contrasto inaspettatamente apprezzato. Altre cromie che si possono trovare in un ambiente minimale sono quelle pastello del verde salvia e del giallo, ma si tratta di casi particolari in cui il gusto del fruitore incontra quello dei colori tipici degli anni '60.

La disposizione spaziale dell'ARREDO è di fondamentale importanza, ogni pezzo deve collocarsi in modo ordinato senza essere troppo ingombrante. La funzionalità è alla base e tutto deve essere alla portata di mano; spesso le sedute seguono l'andamento perimetrale del terrazzo, mentre il tavolino funge da unico fulcro centrale.
Le forme predilette per tutti gli arredi sono quelle geometriche, pure e dal taglio netto e squadrato, secondo il rigore e l'eleganza minimale. Ricordando di eliminare tutto ciò che è superfluo e non indispensabile, saranno bene accetti cuscini, tappeti e vasi dalle tinte unite e dai toni accesi in contrasto con l'insieme neutro.  
L'attenzione al dettaglio e la cura dei particolari renderanno unico il vostro ambiente: puntate sulle piante ornamentali e sui punti luce per potere sfruttare il vostro terrazzo anche nelle ore serali. Poche lampade, dalle forme semplici, geometriche e dalla luce bianca, preferibili in metallo cosicchè donino un tocco moderno e sterile.
   
Di seguito un esempio di terrazzo in stile minimale dove predominano tinte neutre ed arredi contemporanei.


•  IL TERRAZZO MEDITERRANEO

Infuenzato dalle culture sud europee ed africane che si affacciano sul Mare Mediterraneo, questo stile si contrattidistngue per essere raffinato ed elegante. Italia, Grecia e Marocco vengono considerati i precursori di una cultura che abbraccia i colori della terra e le tradizioni di popoli antichi. I principi che ne stanno alla base sono l'emulazione degli elementi naturali quali la terra ed il mare nelle forme e nei colori. Il fine ultimo è quello di rendere l'ambiente all'aria aperta accogliente e familiare proponendo scelte cromatiche e formali che richiamino la natura ed il mare e trasmettano sensazioni di pace e relax.
MATERIALI prescelti degli amanti dello stile mediterraneo sono quelli naturali : calce bianca, pietra, terracotta, gres, legno. Le pareti del terrazzo sono rigorosamente bianche, con intonaco a vista o arricchite dalle caratteristiche maioliche, piccole piastrelle che riportano disegni e motivi sinuosi. Le ceramiche infatti sono un vero e proprio leitmotiv, utilizzabili su pavimenti e rivestimenti, non possono mancare.
 La pavimentazione del terrazzo mediterraneo oltre che caratterizzata da piastrelle in ceramica effetto mosaico potrà essere realizzata in cotto o in gres porcellanato, materiale versatile e resistente. Per quanto riguarda la scelta dei COLORI sarà molto semplice! Basterà farsi ispirare dalle cromie della natura e del paesaggio marino. Le sfumature terrose delle sabbie rosse e gialle si amalgamano con i colori vivaci del blu e del turchese tipici del mare. Non manca il bianco della schiuma marina, il verde acqua e il giallo ocra, simbolo di una natura rigogliosa.
 Dal punto di vista dell'allestimento, il terrazzo diventerà un ambiente caldo ed accogliente dove l'ARREDO verrà arricchito da complementi e decori ispirati interamente alla natura. I tavolini e le sedute possono essere in ferro colorato con forme sinuose ed intarsi ma si adattano bene all'ambiente anche arredi in rattan con profili in ferro battuto ed inserti in ricco tessuto. A seconda dei gusti si possono scegliere mobili più leggeri e moderni o elaborati e possenti, i primi daranno un tocco fresco i secondi doneranno un aspetto più antico.
   
Ad arricchire lo spazio arredato,  lanterne, candele, ornamenti in corda e conchiglie, sono solo alcuni degli elementi evocativi del paesaggio marittimo. Tuttavia, questo tipo di terrazzo non è legato alla sua collocazione, adatto sì alle dimore estive al mare, può essere un'ottimo angolo di paradiso nella casa cittadina.  Le decorazioni più scelte sono quelle artigianali: anfore, vasi in ceramica, pouf e cuscini dalle ricche texture e dai colori del blu intenso. I tessuti che vengono adagiati su sedute e divanetti sono naturali e leggeri: lino, cotone biologico e rafia. Per completare il progetto dello spazio aperto, elemento che arricchisce e rinfresca è il verde; le più adatte per questo ambiente, sono le piante della macchia  mediterranea e gli agrumi, alcune specie dei quali possono essere piantate in vaso.
   
Di seguito un esempio di terrazzo in stile mediterraneo dove predominano tinte intense e sgargianti ed elementi ispirati al paesaggio marino.
    

 

•  IL TERRAZZO ETNICO

A differenza degli altri due stili, per quello etnico non vi sono delle regole specifiche da seguire, si tratta di un vero e proprio mix di culture ed elementi diversi e la difficoltà maggiore sta nell'ottenere un risultato armonico e non troppo ridondante. La soluzione al problema sta nel trovare un filo conduttore, un elemento che accomuni tutti gli arredi ed i complementi anche se appartenenti a stili diversi. Il colore, un materiale, una forma,  basteranno a creare un insieme armonico e piacevole allo sguardo.
L'origine di questo stile variopinto è lontana e riscontrabile in culture diverse: Marocco, India, Africa, Estremo Oriente. E' indispensabile osservare le differenze che contraddistinguono ogni territorio e capire a quali culture rifarsi nello specifico. Alla base si pone la creatività ed il gusto personale grazie ai quali si può ricreare un ambiente equilibrato senza rifarsi a dettami rigidi.I COLORI sono di fondamentale importanza per lo stile etnico, accesi e vivaci vanno saputi  usare con parsimonia per evitare effetti pesanti e troppo caotici. Ad avere la meglio sono le tinte calde e vivaci del giallo, dell'arancione, del rosso e del viola che mescolandosi a cromie sabbia danno all'ambiente un tocco vivace ed accogliente.

Sulla scelta dei MATERIALI meglio preferire quelli naturali, legno per i pavimenti, teak,  bamboo e rattan per gli arredi. Il legno è disponibile in svariati formati e qualità: listoni, pallet lucidati, in tonalità scure e chiare, dall'effetto più grezzo ma anche più raffinato. Una soluzione più sofisticata è quella che prevede l'inserimento a pavimento di cementine dalle forme e dai colori variopinti, ottima scelta per valorizzare l'ambiente e dargli un sapore retrò.

Per quanto riguarda l'ARREDO non  vigono veri e propri schemi distributivi ma la scelta della tipologia dei mobili è davvero importante. Infatti se si vuole ricreare l'atmosfera tipica da  “un tè nel deserto” la prima regola è il tavolino basso, accompagnato da cuscini e pouf utilizzati come sedute, sarà perfetto per una pausa all'aria aperta. Sul terrazzo etnico non potranno mancare complementi d'arredo e tessuti che arricchiranno l'ambiente: lanterne traforate, candele dai profumi speziati, narghilè, incensi, stoffe e sete dai toni decisi e dalle texture ricamate.  
Il tocco finale per rendere il terrazzo più vitale e garantire un maggiore grado di benessere, consiste nell'inserire alcune specie di piante e nel caso specifico dello stile etnico le più indicate sono le piante grasse, con una manutenzione poco impegnativa, donano colore ed originalità all'ambiente.

Di seguito un esempio di terrazzo in stile etnico dove la mescolanza di elementi e colore dona originalità e rievoca immagini di mete lontane.
   
      
       
© Riproduzione riservata - E' possibile condividere con un link alla pagina
      
0 Commenti:
Nessun commento inserito
Lascia un commento
Per inserire un commento devi effettuare l'autenticazione
Condividi sui social
Categorie
pagine correlate
Blocchi cad consigliati

Copertura giardino

DWG

Parapetto cristallo

DWG

Fioriera terrazzo 01

DWG

Fioriera terrazzo 02

DWG

Terrazza giardino

DWG

Fioriere 01

DWG
Archweb correlati