Chiara Del Core 14 mar 2019 approfondimento 0 commenti
Dal punto di vista funzionale invece, lo spazio aperto può rivelarsi un'utile scelta nel caso di ambienti ridotti: l'assenza di barriere fisiche restituisce un'immagine più ampia e fluida con il conseguente aumento del benessere personale. Infine se si ha la fortuna di risiedere in un contesto esteticamente pregevole, la zona giorno potrà essere interpretata come un tutt'uno con l'ambiente circostante, incrementando la presenza di aperture che faranno filtrare la luce naturale e che creeranno una stretta connessione con l'esterno.
Tuttavia, come preannunciato, si possono presentare alcuni inconvenienti che a lungo termine potrebbero causare problemi quotidiani. Poiché uno degli ambienti in questione è la cucina è semplice capire che i cattivi odori sono i primi a non essere apprezzati, specialmente nella stagione invernale quando le superfici finestrate rimangono chiuse per la maggior parte della giornata.

Un'ottima soluzione è rappresentata dai sistemi di aspirazione dei vapori prodotti durante la preparazione dei cibi; essi ne preverranno la rapida e sgradevole diffusione nell'ambiente. Altro problema riscontrabile in questo tipo di soluzioni, è caratterizzato dalla restrizione della privacy. Infatti l'assenza di pareti divisorie limita la riservatezza, in favore della condivisione totale di spazi e tempi.  
Nonostante ciò, esistono svariate soluzioni per mitigare gli ambienti con il fine di schermare in maniera non troppo invasiva le funzioni. A tal proposito si può scegliere tra separè, porte a scomparsa o semplici divisori dalla trama più o meno fitta. Si tratta di elementi che oltre ad essere funzionali forniscono una buona resa estetica; essi possono essere costituiti da listelli  o corde tese che creando un'alternanza di pieni e vuoti regalano giochi di luce e trame decorative.

Esempio di elementi divisori costituiti da reti e listelli metallici

Inoltre esistono svariate misure che permettono di distinguere gli ambienti a seconda della funzione, senza per questo dovere innalzare dei muri. Un'idea può essere quella di collocare il divano tra la zona living e quella della cucina vera e propria. A seconda delle esigenze, si potrà optare per un divano classico a due posti, in caso di spazio esiguo, fino ai divani angolari e con pouf annessi se si ha la fortuna di godere di ampi spazi.

E' così che il divano assolve ad una doppia funzione, quella di seduta e quella di elemento divisorio tra distinte aree funzionali della casa. Valida alternativa al divano può essere caratterizzata dai mobili bassi che separano consentendo tuttavia il contatto diretto tra un ambiente e l'altro dell'open space. Oggi in commercio si trova una gamma infinita di madie e mobili contenitori o porta tv in grado di soddisfare i gusti e le esigenze più particolari. E' così che per la seconda volta l'arredo è multifunzionale: divide, contiene, sostiene e arricchisce l'aspetto della vostra stanza.


                             

  Mobile contenitore Solaris, Riflessi                                      Divano Iceberg, Maisons du Monde

Se invece l'idea di posizionare al centro dell'ambiente un complemento d'arredo costituisce motivo di disturbo nell'organizzazione spaziale desiderata, vi sono scelte meno ingombranti ed altrettanto efficaci.
Si tratta per lo più di differenziare le finiture di pavimenti e pareti grazie all'impiego di materiali e colori diversificati. In tal senso può essere utile creare un rimando tra i vari ambienti che costituisca un vero e proprio fil rouge per il progetto.
Tali scelte garantiscono un grande impatto visivo ed è per questo che occorre studiare attentamente l'accostamento di colori, forme e materiali per raggiungere un risultato soddisfacente. Nel caso in cui si voglia intervenire in maniera un po' più invasiva, la possibilità è quella di creare diversi livelli di quota tra i vari ambienti. 
A pavimenti quotati in modo diverso corrisponderanno ambienti con funzioni specifiche, l'importante è limitarsi all'inserimento di uno o massimo due gradini al fine di evitare dislivelli eccessivi.

Accostamento di finiture corrispondenti ad ambienti diversi
 
© Archweb.it riproduzione riservata - E' possibile condividere con un link alla pagina
   
Condividi sui social
Categorie
pagine correlate
Blocchi cad consigliati

Arredo soggiorno 3D 01

DWG

Arredo soggiorno 3D 02

DWG

Soggiorno prospetto 01

DWG

Soggiorno prospetto 02

DWG
Archweb correlati