Chiara Del Core 3 feb 2021 Design 0 commenti

Arredo urbano e sostenibilità

Il progresso crescente in termini di sostenibilità applicata all’ambito urbano, garantisce l’impiego di soluzioni studiate per il risparmio energetico. Si tratta di misure applicate anche all’arredo urbano, che sono in grado di sfruttare le risorse rinnovabili e in alcuni casi produrre energia. Infatti, sempre più spesso pannelli e film fotovoltaici sono integrati nelle pensiline del bus, nelle sedute nei parchi e ancora nei totem informativi. Tali elementi sono volti a convertire l’energia proveniente dai raggi solari in energia utile per alimentare l’illuminazione delle pensiline o i sistemi di ricarica per dispositivi mobili.

   
A sx: sedute solari smart con sistemi per la ricarica dei dispositivi
A dx: seduta dotata di inserti verdi in grado di purificare l’aria all’interno delle strade cittadine 

Anche la mobilità viene interpretata in chiave “green”, attraverso soluzioni che incoraggiano l’utilizzo di mezzi alternativi quali biciclette e auto elettriche. Oggi le strade cittadine ospitano sempre più stazioni di ricarica per le auto elettriche e rastrelliere per la sosta delle bici. Entrambi gli elementi saranno dotati di sistemi interattivi e polifunzionali, in grado di alimentare i mezzi, provvedere allo stallo necessario e fornire servizi aggiuntivi come info point, assistenza medica e stazione SOS per la sicurezza personale. In questo modo, oltre a migliorare la gestione e l’uso delle arterie urbane, grazie alla segnalazione di situazioni di congestione del traffico o lavori in corso, viene ottimizzata l’esperienza del cittadino che ne è il principale fruitore. Inoltre, è considerevole la diminuzione delle emissioni nocive di CO2 causate dall’uso smisurato dei classici automezzi, con una conseguente maggiore qualità dell’aria e della salute dei cittadini. 

Dal punto di vista ambientale, è bene precisare come il netto miglioramento della qualità dell’aria sia accompagnato dall’incremento delle aree verdi pubbliche. A tal proposito è crescente la richiesta di spazi urbani destinati a parchi e giardini fruibili da parte della collettività. Si ritiene quindi necessaria una corretta progettazione di queste zone, completata dall’inserimento di un arredo rispettoso per l’ambiente ed esteticamente pregevole. Ad esempio, all’interno dei parchi urbani, talvolta vengono allestite aree sportive dove il cittadino può contribuire ad alimentare il sistema di illuminazione dei viali indispensabile durante le ore notturne. Attraverso l’attività fisica infatti, viene prodotta l’energia necessaria ai lampioni pubblici per diffondere la luce. La presenza di totem interattivi permette di informare l’utente riguardo alla quantificazione della sua attività dal punto di vista energetico. In questo modo il cittadino diventa parte integrante del sistema territoriale e contribuisce concretamente al suo corretto funzionamento.

Risulta evidente quindi, come si punti sempre di più all’ottimizzazione delle risorse rinnovabili all’interno dello scenario urbano, nell’ottica di fruire di spazi collettivi sempre più performanti.


Arredo e riqualificazione urbana

Purtroppo spesso, le componenti d’arredo che occupano le strade, le piazze e i parchi cittadini, sono considerate elementi accessori e trascurabili all’interno delle città. Tale considerazione è causata dall’inconsapevolezza di quanto sedute, cestini per la raccolta dei rifiuti, rastrelliere per bici, lampioni, attrezzature ludiche e sportive, siano indispensabili per la corretta vivibilità del territorio. La concreta dimostrazione di tale concetto è rappresentata dai progetti di riqualificazione di interi lotti urbani. Infatti, al fine di creare zone salubri, funzionali e in grado di aumentare la socialità, risulta essere indispensabile l’inserimento di zone attrezzate che favoriscano lo scambio e l’incontro.

È bene ricordare come un luogo privo di aree di ritrovo, dotato di sedute ed attrezzature, rappresenti un non-luogo, un vero e proprio vuoto urbano frequentato malvolentieri dalle persone. La riqualificazione della stessa area nella quale vengono inseriti elementi di vegetazione e arredo, porterà al recupero del senso di comunità, all’aumento dei flussi di utenza e ad una maggiore sicurezza per il cittadino. In alcuni casi, zone prima trascurate e ritenute marginali, diventano nuovi poli attrattori che oltre a beneficiare all’utente, sono potenziale volano socio-economico per l’intero quartiere.

Vediamo come alcuni esempi realizzati si fanno espressione concreta di quanto detto.

Kic Park – Shanghai, Cina –  Francesco Gatti – 2009
L’ambizioso progetto di riqualificazione di uno spazio considerato residuale, nella nuova zona universitaria all’interno della città di Shangai, ha portato alla costruzione di un piccolo parco inserito nel fitto tessuto urbano. Il lotto ha assunto un’identità forte e riconoscibile grazie alla presenza di una platea in legno che attraverso fluidi movimenti plastici si fa insieme di arredo urbano e spazi verdi. Il materiale naturale comunica strettamente con le sezioni di vegetazione, rare in una città dove la cementificazione ha preso il sopravvento. In questo caso l’arredo oltre ad assolvere la sua funzione, restituisce identità ad un’area altrimenti trascurata, ricreando uno spazio di incontro e di dialogo tra le persone.

 
Foto: www.3gatti.com


Castello dei Doria – Dolceacqua (Imperia) –  LDA+SR – 2015
Il recupero dell’antico Castello di Dolceacqua ha previsto un progetto di riqualificazione dell’intera area, finalizzato a migliorare il rapporto del manufatto con il contesto nel quale si inserisce. A tal fine, ai piedi del castello è stata inserita una zona destinata a giardino pubblico, all’interno della quale sono state inserite alcune sedute per favorire la socialità e il recupero dell’area precedentemente abbandonata. L’arredo urbano è qui protagonista della valorizzazione del lotto e favorisce la fruibilità delle zone limitrofe al castello, aumentando i flussi dei turisti e degli abitanti locali.

   
Foto: Andrea Bosio
 
© Archweb.com riproduzione riservata - E' possibile condividere con un link alla pagina
  
0 Commenti:
Nessun commento inserito
Lascia un commento
Per inserire un commento devi effettuare l'autenticazione
Condividi sui social
Categorie
pagine correlate
Blocchi cad consigliati

Fioriera panchina 2

DWG

Fioriera in muratura 1

DWG

Sezione fontana urbana 03

DWG

Percorso pedonale pav. 3

DWG
Archweb correlati