La FIAT 500 conosciuta anche con il popolare appellativo Cinquino

Breve storia della 500

La nuova 500 nasce nel 1957 e l'aggettivo nuova stava ad indicare una concezione di progetto totalmente nuova. Dotata di motore raffraddato ad aria forzata era rivoluzionaria anche perché la Fiat si impegnò per risolvere difetti tipici delle vetture del tempo quali rumorosità, elevati consumi di olio, trafilamenti di olio verso l'esterno. Con l'adozione di un esuberante sistema di raffreddamento della testa dei cilindri, e della coppa dell'olio, la Fiat realizzò un motore silenzioso, con elevatissima resistenza alle più gravose condizioni di funzionamento.
La cilindrata della macchina di soli 479cc era di 16,5Cv, e per la versione Sport 21Cv. Le velocità massime erano rispettivamente 95 e 105Km orari.

Il progetto curato dall'ing. Dante Giacosa, venne premiato col "premio compasso d'oro 1959" . Questo successo diede slancio per la produzione del modello 500d del 1960, che porto successivamente alla produzione della versione SW detta Giardiniera, che adottava una soluzione di motore innovativa: la sogliola.

Nel 1964 la 500d risultò l'auto italiana più venduta, e a partire dall'anno seguente, subì una serie di modifiche alla carrozzeria e alla meccanica, consistenti principalmente nelle portiere incernierate anteriormente, nella nuova frizione, e nell'irrobustimento degli organi della trasmissione. Ulteriori affinamenti tecnici portarono alla produzione della 500L, e nel 1972 all'ultima edizione della 500, la R, dotata di un motore con cilindrata più grossa e di alcune migliorie tecniche.
 
La "500 F"
La fiancata di una FIAT Nuova 500 F del 1966, in cui sono visibili le modifiche e le semplificazioni estetiche rispetto al precedente modello D: cerniere delle porte controvento; modanature d'alluminio assenti; nuove maniglie esterne a pulsante; parabrezza più alto e ampio; tetto posteriore integrato nello stampo del padiglione. Rimangono le molure cromate sotto gli sportelli e le coppe di vecchio disegno, anche se in acciaio e non più in alluminio lucidato.
Nel 1965 viene presentata la Nuova 500 F, erede della "D", destinata a divenire negli anni la versione con il maggior numero di unità costruite. Le novità sono soprattutto estetiche: la più evidente l'inversione nell'apertura delle portiere, incernierate con 8 viti per porta da cui il termine "otto bulloni" che contraddistingue le prime F dal Marzo 1965 indicativamente fino a Novembre 1965 ovvero con numero di telaio di poco superiore il milione (questa versione è oggi molto ricercata per via di una produzione durata "solo" 10 mesi) ove si passerà poi alla classica incernieratura con 4 viti per porta.

Tale modifica, nel 1965, fu dovuta al Codice della strada che impose per tutti i modelli l'incernieratura delle porte anteriore, per una maggiore sicurezza. La FIAT adeguò quindi anche la 500 berlina, ma non la Giardiniera, che mantenne l'apertura invariata per tutta la produzione (fino al 1977), in quanto il Codice prevedeva una deroga per i veicoli commerciali. Anche se non esistono dati ufficiali, presumibilmente da Dicembre '65 la Fiat abbandona la configurazione delle cerniere a 8 viti e passa a quella standard a 4 viti, che da ora in poi rimarrà immutata fino all'ultimo esemplare di Fiat 500 prodotto. In queste prime serie del modello F, indicativamente fino a Gennaio '66, la Fiat riversa su questo nuovo modello parti e componenti originariamente destinati alla versione precedente D, oramai fuori produzione. Questo avviene per portare ad esaurimento le scorte componenti della D ancora presenti a magazzino.

È anche l'inizio dell'era della plastica, che sostituisce numerose parti in lamiera e metallo.
La carrozzeria è rivista molto più di quanto non sembri per la sola inversione delle porte. In pratica rimangono della scocca della 500 D solo il cofano motore e la parte frontale.
Leggi la storia completa su Wikipedia...>>


  
Dante Giacosa tra la "Topolino" e la "Nuova 500" (in versione "L") a destra la fiancata di una FIAT Nuova 500 F del 1966
 
Blocchi cad consigliati

Fiat Doblo Maxi dwg

DWG

Fiat Coupé

DWG

Fiat Doblo 4.16

DWG

Fiat 126

DWG

Fiat Siena Berlina

DWG

Fiat seicento

DWG
  • TIPOLOGIE DI DOWNLOAD
  • GRATUITO
    per tutti
  • GRATUITO
    per utenti Archweb
  • ABBONAMENTO
    per utenti premium
  • ACQUISTO SINGOLO
    paga 1 e scarica 1
Scarica
0,28MB
Descrizione
File dwg in scala 1:100 (metri)

Dettagli
Condividi sui social
Blocchi cad consigliati

Fiat Doblo Maxi dwg

DWG

Fiat Coupé

DWG

Fiat Doblo 4.16

DWG

Fiat 126

DWG

Fiat Siena Berlina

DWG

Fiat seicento

DWG