Nomos Table
Produttore: Tecno
Design: Norman Foster
1987

I mobili per ufficio, come l'ambiente dell'ufficio stesso, devono adattarsi alle diverse tendenze del lavoro. Il concetto Nomos si basa su una precedente incursione nel design del mobile. Nel 1981, quando lo studio si trasferì in uno spazio più ampio, nessun catalogo di mobili sul mercato offriva tavoli che potessero essere usati per tenere riunioni e per disegnare o esporre. Pertanto, abbiamo progettato un tavolo personalizzato (che, con alcune modifiche al design, è stato successivamente utilizzato presso il Centro di distribuzione Renault di Swindon) e un laboratorio ha prodotto una piccola serie. Quando, successivamente, il produttore di mobili italiano Tecno commissionò allo studio lo sviluppo di quel progetto, richiese un sistema che sfruttasse appieno lo spazio nell'impianto, che integrava il cablaggio e poteva essere facilmente riconfigurato. Il concetto di Nomos (termine greco che significa "distribuzione equa") si basa sulla relazione tra gli utenti e lo spazio che occupano. Il nucleo del design è un kit di precisione i cui componenti possono essere combinati per configurare ambienti di lavoro personalizzati, sia individuali che di gruppo. Il punto di partenza è la base, a cui si aggiungono gambe, piedi, supporti, piani di lavoro e sovrastrutture, mentre il cablaggio attraversa l'interno di un condotto a forma di vertebra. Con i suoi caratteristici piedini separati, la scrivania evoca un modulo di atterraggio o una cavalletta con un corpo sottile e gambe sottili. Grazie a questo telaio estremamente stabile, il sistema consente di integrare scaffali, spazi di stoccaggio, schermi, illuminazione e segnalazione; vale a dire, forma un tutto che è governato dall'ergonomia del corpo umano, sia in posizione seduta che eretta. Nel 1999, Tecno ha commissionato un nuovo tavolo per commemorare il nuovo millennio. Per lungo tempo, predominarono prevalentemente tavoli con pannelli rettangolari e circolari. Tuttavia, sono state studiate anche altre forme classiche, con curve più uniformi, che hanno anche permesso di migliorare il contatto visivo da entrambe le estremità del tavolo. In sintonia con questo approccio più informale, la struttura principale si esprime anche in una tavolozza di colori vivaci (rosso, giallo o blu), mentre il resto degli elementi è rifinito in una cromatura brillante. C'è anche l'opzione di un'estetica più classica con una struttura cromata e gli elementi secondari in nero.
Fonte: www.fosterandpartners.com
 
Blocchi cad consigliati

Tavolo da disegno 3D 01

DWG

Postazioni di lavoro 01

DWG

Postazioni di lavoro 10

DWG

Schema ufficio 3D 01

DWG

Tavoli in prospetto 01

DWG

Piani di lavoro 02

DWG
  • TIPOLOGIE DI DOWNLOAD
  • GRATUITO
    per tutti
  • GRATUITO
    per utenti Archweb
  • ABBONAMENTO
    per utenti premium
  • ACQUISTO SINGOLO
    paga 1 e scarica 1
Scarica
0,26MB
Descrizione
Nomos
Norman Foster design
Tavolo con struttura in acciaio e piano di cristallo
Dimensioni cm: 180 x 80
File dwg 2D
File dwg in scala 1:100 (metri)
Dettagli
Condividi sui social
Blocchi cad consigliati

Tavolo da disegno 3D 01

DWG

Postazioni di lavoro 01

DWG

Postazioni di lavoro 10

DWG

Schema ufficio 3D 01

DWG

Tavoli in prospetto 01

DWG

Piani di lavoro 02

DWG