Il tecnigrafo è uno strumento di assistenza al disegno tecnico composto da una squadra (o coppia di righelli vincolati in maniera ortogonale) montata su di un goniometro che ne consente la rotazione angolare.
Il tecnigrafo era fino a solo poco tempo fa un elemento immancabile nello studio di architetti, ingegneri e geometri. Il tecnigrafo infatti è il piano di lavoro sul quale venivano concretizzate le idee che si trasformavano in progetti. Il tecnigrafo è un tavolo di dimensioni ampie che ha la possibilità di assumere varie posizioni, sia in orizzontale sia in verticale. Strumento indispensabile in un tecnigrafo è il “braccio”, costituito da due elementi uniti da uno snodo, un'estremità è fissata nella parte superiore del tecnigrafo l'altra mediante un elemento circolare con la funzione di goniometro regge due righe che formano un angolo retto.
Nei tecnigrafi di più vecchia concezione, il movimento del gruppo era assicurato da un sistema di bracci a parallelogramma che consentivano il mantenimento in posizione delle squadre durante lo spostamento del gruppo. I bracci erano poi equilibrati mediante un sistema di contrappesi o di molle.

Con l'avvento del cad e software di tutti i tipi, primo fra tutti Autocad , il vecchio tecnigrafo è stato in parte soppiantato. Il tecnigrafo è comunque quasi sempre presente negli studi di molti architetti, più come oggetto d'arredamento che come vero e proprio strumento di lavoro. Sono stati costruiti nel passato infatti tecnigrafi molto belli esteticamente che riescono ad infondere maggiore stile e classe all'ufficio, di particolare pregio sono quelli in legno e ghisa. Nonostante possano essere meno usati i tecnigrafi sono sempre in commercio per chi ha bisogno di un ampio piano per disegnare, progettare o esprimere graficamente le proprie idee.



Chi volesse dare il proprio contributo per migliorare questa pagina può contattare la redazione
Il contenuto di questa pagina contiene alcune parti tratte da: https://it.wikipedia.org/wiki/Tecnigrafo
 
Condividi questa pagina
pagine correlate
Post popolari dal blog
Archweb correlati