Simmons Hall aprì nel 2002 quale dormitorio per gli studenti del MIT.

E’ stato soprannominato “The Sponge“, la spugna, poiché l’architetto Steven Holl lo modellò come una spugna di mare. L’edificio ospita 350 camere per gli studenti. Contiene ben 5.538 finestre ed è stato costruito in cemento armato prefabbricato sostenuto da pannelli d’acciaio.
Quando nel 1999 il MIT commissionò a Steven Holl il progetto di un dormitorio, aveva ben chiaro lo scopo: lo spazio attorno e dentro l’edificio avrebbe dovuto stimolare l’interattività tra gli studenti. Il MIT focalizzò l’uso e la funzione dell’edificio e Steven Holl – con le sue idee artistiche – fece di questo dormitorio di dieci piani una piccola città con elementi architettonici opposti ed in armonia, con vuoti e pieni, opacità e trasparenze. Sarebbe stata una struttura porosa che avrebbe assorbito la luce tramite una serie di grandi aperture che tagliano la struttura, così da far filtrare la luce a sezioni. Queste aperture divennero poi spazi interattivi per gli studenti, offrendo vedute a diversi livelli. Nei suoi disegni originali Holl si riferiva a queste aperture dell’edificio come a “polmoni” che portavano luce naturale facendo circolare l’aria. Nei 18.000 mq di questo progetto sono ubicati non solo gli alloggi degli studenti, bensì anche un teatro di 125 posti a sedere, una caffetteria serale, ed un ristorante a livello strada.
Fonte: Ufficio del turismo del Massachusetts (www.massvacation.it)
 

Disegni acquistabili
Gallerie fotografiche
Gli ultimi articoli dal blog
  • DOWNLOAD
  • GRATUITO
    per tutti
  • GRATUITO
    per utenti Archweb
  • ABBONAMENTO
    per utenti premium
  • ACQUISTO SINGOLO
    paga 1 e scarica 1
Archweb correlati