Denise Barbaroux 6 mar 2019 approfondimento 0 commenti
Auditorium Parco della Musica
L’Auditorium Parco della Musica è un polo multifunzionale locato a Roma, edificato al fine di ospitare eventi musicali e culturali. Il complesso fu aperto il 21 dicembre 2012, occupa un’area di 55.000 mq ed è stato progettato da Renzo Piano.
La sale principali della struttura sono tre, di dimensioni diverse, e vanno a comporre una forma che ricorda uno scarabeo. Questi volumi sono delimitati da una copertura di lastre a piombo, lavorate su una struttura lignea. La composizione ruota attorno all'anfiteatro aperto, la cavea. La cavea diventa così il luogo fulcro dell'intera architettura; su di essa si affacciano il bar il foyer e i luoghi filtro: funziona quindi da soluzione di continuità tra i vari spazi. La cavea, all'occorrenza, si trasforma anche in un teatro all'aperto che ospita fino a 3000 spettatori.
Ogni sala risponde a caratteristiche acustiche idonee a seconda del tipo di musica suonata al suo interno.
La sala 700, conosciuta come sala Petrassi, consta di un proscenio mobile, una fossa apposita per l'orchestra e una balconata; è possibile ampliare il palco eliminando quattro file di poltrone.
La sala 1200, chiamata sala Sinopoli, è rettangolare ed è stata progettata per musica sinfonica per coro e orchestra e per musica da camera. L'obiettivo primario della sala è l'adattabilità dello spazio a seconda dell'evento. Il suo volume può essere modificato, grazie alla variazione di alcune sue parti: lo stage, il coro, l'orchestra e le poltrone possono essere completamente sgomberati, permettendo così di avere a disposizione il palco nella zona centrale per particolari rappresentazioni.

La maggiore tra le tre sale è la sala Santa Cecilia, progettata per la musica classica. Questo ambiente ha un'acustica naturale (ossia senza uso di impianti  di amplificazione) e quindi i suoi parametri acustici sono al limite. La sala ospita fino a 2700 persone, la superficie di base misura 3000 mq e l'altezza arriva fino a 19 metri: questo volume (di 31000 mc) è studiato appositamente per avere una risonanza abbastanza lunga. L'idea era proprio quella di avere una concert hall dove tutti gli ascoltatori fossero esposti allo stesso modo al campo sonoro libero. I rivestimenti nella zona del podio, della platea e dei collegamenti tra i piani e le gallerie sono realizzati con pannelli lignei in ciliegio, la cui forma e inclinazione sono stati studiati secondo le esigenze acustiche. Questi elementi funzionano da diffusori del suono, per cui presentano curvature e larghezze diverse. La copertura rappresenta una vera opera architettonica e ingegneristica, grazie agli elementi a soffitto, con superfici fino a 250 mq. Sopra il podio si trovano invece elementi riflettenti che garantiscono all'orchestra di udire al meglio il suono; questi elementi possono essere inclinati diversamente per tutte le esigenze orchestrali. Grazie a tutti questi accorgimenti l'ambiente ha caratteristiche riverberanti molto buone.
 
Auditorium Roma - Sala S. Cecilia Foto dell'Auditorium Parco della musica
 

Sidney Opera House
L'Opera House è una concert hall enorme, con un'altezza di 25 metri. L'edificio è stato progettato dall'architetto danese Jørn Utzon, a partire dal 1958, ma venne inaugurata solo nel 1973. Il complesso risulta essere un grande esempio di architettura contemporanea, soprattutto grazie all'originale forma della copertura, che ricorda delle gigantesche vele. Questi gusci a vela sono composti da elementi prefabbricati di cemento armato e rivestiti da più di un milione di piastrelle bianche.
L'opera è stata polemizzata numerose volte, a causa della sua complessità. Nel 1966 Utzon rinuncia al progetto, e viene sostituito  da  un gruppo di architetti con a capo Peter Hall.
 
Internamente la struttura è composta da diversi spazi, ognuno dei quali ospita tipologie di spettacolo differenti. Sono presenti il Teatro della prosa, la Sala del teatro dell’opera, adatta alla lirica, la Sala Utzon, multifunzionale, e l'Auditorium idoneo per le rappresentazioni acustiche.  
 
La concert hall ospita fino a 3000 spettatori e la sala è rivestita da pannelli lignei, che hanno il compito di assorbire alle basse frequenze.
L'auditorium è stato spesso criticato per la pessima acustica. Inizialmente infatti, problemi funzionali e acustici portarono alla creazione di una sala ulteriore che potesse ospitare fino a 1547 ascoltatori. Il progetto acustico iniziale infatti poteva accogliere solo fino a 2000 spettatori, ma l'aumento dei posti a sedere è stato necessario per un miglioramento a livello sonoro.
 
Sidney Opera House Sidney Opera House - progetto Archweb dwg

© Archweb.it riproduzione riservata -E' possibile condividere con un link alla pagina
 
0 Commenti:
Nessun commento inserito
Lascia un commento
Per inserire un commento devi effettuare l'autenticazione
Condividi sui social
Categorie
pagine correlate
Archweb correlati