Outdoor Cooking

Cucine outdoor. Totalmente open air e full optional, le cucine esterne oggi sono ben progettate per non invidiare nulla ai modelli indoor.

Articolo di

Categoria

Approfondimenti

Pubblicato il

29 Maggio 2024

Minimal o superaccessoriate, tradizionali o hi-tech le cucine outdoor sono il desiderio di tutti coloro che posseggono un giardino o un terrazzo.


Le cucine per esterno, sono spesso il desiderio di chi ha la disponibilità di spazi esterni. Giardino, terrazzo ma anche un balcone dalle giuste dimensioni, talvolta sono perfetti per realizzare una cucina all’aperto.
Totalmente open air e full optional, le outdoor cooking oggi sono ben progettate per non invidiare nulla ai modelli indoor.
Il tradizionale angolo destinato al classico barbecue da giardino, oggi è rivoluzionato, di design, con tecnologie avanzate che rendono il giardino o il terrazzo vivibile in ogni momento dell’anno.

Benefici dell’Outdoor

Il giardino, il terrazzo e/o il balcone sono aiuti preziosi per la nostra salute fisica e mentale. Una ricerca condotta dall’università di Ferrara, evidenzia i benefici che la luce del sole ha sull’organismo umano.
I raggi solari stimolano alcune regioni celebrali producendo serotonina ed endorfine, ormoni della felicità.
Oltre i raggi solari, a contribuire al nostro benessere ci sono anche le piante. Che sia un orto in giardino, o delle semplici piante in balcone, stare a contatto con la natura ci permette di stare meglio non solo a livello fisico, ma anche emotivo.
La pratica giapponese shinrin-yoku ( che letteralmente si traduce “bagno nel bosco”) afferma che, l’immersione nella natura riduce la pressione sanguigna, lo stress e favorisce la creatività.
Non a caso, infatti, molti edifici pubblici (ospedali, chiese, università) prevedono spazi verdi.
Inoltre, uno spazio aperto adiacente all’abitazione, permette di condividere tutto ciò finora elencato, con gli amici, favorendo quindi anche momenti di collettività outdoor.

Spazio e funzionalità

Valutare bene lo spazio a disposizione per realizzare un outdoor cooking è, chiaramente, fondamentale. Non sono necessari grandi spazi, per una soluzione basic con area cottura e lavello sono necessari circa 120 cm.
Ma, qualora lo spazio a disposizione lo permettesse, è bene pensare ad egli elementi fondamentali e ben connessi per una cucina outdoor di tutto rispetto.
I componenti di una perfetta cucina outdoor, sono:

  1. Zona cottura
  2. Punto d’acqua
  3. Piano di lavoro
  4. Area pranzo
  5. Accessori vari

La zona cottura outdoor

Il barbecue per anni è stato simbolo delle cucine outdoor. Oggi, quest’ultimo, non è più un elemento isolato ma viene spesso integrato in strutture più complesse. I moduli componibili, spesso sono dotati di vari contenitori pensati anche per riporre le legna, la bombola del gas o un frigo cantina.
La zona cottura deve essere realizzata con materiali resistenti alle intemperie, e sono da preferire i modelli con coperchio (utili anche per mantenere sempre in ordine).
Può essere attrezzata con diverse tipologie di bruciatori o piastra, elettrica o ad induzione, grill e barbecue a carbonella.
Da ricordare che, anche se all’aperto, la cottura dei cibi produce fumo. E’ necessario ,quindi, collocare l’angolo cottura in una posizione tale da evitare che i fumi si dirigano verso l’area conviviale.
Per gli amanti dei lievitati, spesso mettere un forno a legno in terrazzo o in giardino è la soluzione ideale. Classico o moderno e di design, aumenta la voglia di trascorrere del tempo all’esterno.

Outdoor cooking: esempio di cucina esterna
Autore della foto: jrstock1 su Depositphotos.com

Il punto d’acqua outdoor

Il punto d’acqua, dovrebbe essere ovviamente pensato in prossimità dell’angolo cottura.
Anche qui, il design del lavello e della rubinetteria oggi offre un mercato molto vario appositamente pensato per l’outdoor.
Si preferiscono ampi lavelli, per il lavaggio di grandi stoviglie. Spesso si opta per lavabi che al bisogno si possano coprire con un piano scorrevole, per proteggere il lavello quando non si utilizza.
Materiali consigliati sono sicuramente l’acciaio inox, pietra e ceramica.

Il piano di lavoro outdoor

Chi cucina sa quanto sia importante un piano di lavoro durante la preparazione delle varie pietanze.
Da preferire minimal oltre che resistente, per facilitare le attività di pulizia. I materiali scelti per realizzarlo fanno, ovviamente, la differenza non solo in termini di durabilità ma anche di estetica.
L’acciaio inox chiaramente è molto più pratico, ed viene spesso scelto quando ci si ispira ad uno stile più contemporaneo.
Diversamente quarzo e resine, vanno bene se si vuole creare un’atmosfera più calda. Qualora si optasse per questi materiali, è consigliabile utilizzarli in ambienti semiaperti riparati da verande o pergole.
Pietra e muratura, così come il legno opportunamente trattato per l’outdoor, verranno invece scelti per realizzare spazi più rustici.

Outdoor cooking : esempio di angolo cottura e piano di lavoro
Autore della foto: oocoskun su Depositphotos.com

L’area pranzo outdoor

Che si mangi da soli o in compagnia, garantire uno spazio in cui poter gustare ciò che si è cucinato, in totale relax, è il vero scopo di una cucina outdoor.
Scegliendo materiali che si possano ben abbinare con l’angolo cottura ed il piano di lavoro, è possibile creare un ambiente con la giusta armonia.
I tessili, così come le stoviglie scelti nella giusta paletta di colori costituiscono i dettagli che completeranno la scena outdoor.
Considerando la situazione al contorno dell’edificio, e quindi valutando non solo l’esposizione al sole ma anche la privacy, è opportuno prevedere anche tende e/o ombreggiamenti per garantire il giusto confort.

Outdoor cooking:  esempio di area pranzo esterna
Autore della foto: oocoskun su Depositphotos.com

Accessori

Anche se il concetto di outdoor, generalmente fa pensare a situazioni in cui bisogna “arrangiarsi”, le cucine outdoor oggi sono sempre più complete. Se sono previsti gli allacci necessari (luce, acqua, gas, fognatura) è possibile avere tutti gli accessori di cui si ha bisogno. Frigorifero ( o mini frigo), lavastoviglie, e tanto altro per offrire confort e attrezzature equivalenti a quelle indoor.
Se lo spazio lo permette, creare una zona living sicuramente invoglierà l’individuo a trascorrere del tempo di qualità all’aperto, pur non allontanandosi da casa.
Divani, tavolini da caffè, morbidi cuscini e tutto il necessario per garantire il relax.
Spesso, soprattutto nei paesi nordici, è possibile trovare in queste aree living esterne, anche i bracieri.
I bracieri, sono apparecchi altamente versatili. In inverno, infatti, vengono utilizzati per riscaldarsi ma non solo. I bracieri, diventano punto focolare attorno al quale riunirsi e godere l’outdoor nonostante le basse temperature.
In estate, invece, vengono utilizzati per cucinare o come elementi decorativi.
Anche questo elemento oggi, ha subito molte evoluzioni diventando un elemento oltre che funzionale, di arredamento e design non indifferente.
Esso infatti, arricchisce la scena dell’outdoor on i suoi stili minimal ma eleganti.
Spesso, il braciere viene anche utilizzato come punto luce, quando si vuole creare un’atmosfera più riservata e accogliente.

Illuminazione per spazi outdoor

L’illuminazione, non va lasciata al caso. Esattamente come nelle cucine indoor, anche per le cucine outdoor,è bene progettarla a seconda delle varie zone.
Mixare varie tipologie di fonti luminose è la soluzione ideale. Combinare luci da parete, luci a sospensione, lanterne, ghirlande luminose e candele crea sicuramente un’atmosfera accogliente e armoniosa. Le luci tendenti al bianco caldo o neutro, tra i 2700K e i 4000K sono le più gettonate.

Outdoor cooking: illuminazione spazio esterno
Autore della foto: Wirestock su Depositphotos.com

Conclusione

In conclusione, che sia piccola e pratica in balcone o che si estenda per tutta la terrazza all’ultimo piano di un condominio o ,ancora, che sia lussuosa e di design immersa in un ampio giardino, la cucina outdoor diventa estensione della casa e permette di rivoluzionare il concetto di outdoor living.

Outdoor cooking: area living esterna
Autore della foto: photographee.eu su Depositphotos.com

La foto di copertina è di Image Supply su Depositphotos.com