Il complesso dedicato a papa Giovanni XXIII è costituito da una chiesa a pianta quadrata e da un corpo edilizio in linea - su un unico piano, ad eccezione della testata sud che è organizzata su due livelli - destinato ad accogliere i servizi parrocchiali e l'abitazione del sacerdote. I due volumi sono tra loro collegati e la porzione centrale della spina dei servizi è un portico passante che consente l'accesso al giardino posto dietro l'invaso liturgico. Sia la chiesa, sia il centro hanno struttura portante realizzata in cemento armato, che rimane nascosta dietro un possente rivestimento in pietra di Verona trattata a spacco, materiale da costruzione utilizzato anche per il pavimento e un alto zoccolo che corrono dentro il tempio, nonché per gli arredi fissi come l'altare.
La porzione superiore delle pareti interne è invece rivestita da bande orizzontali in legno ricoperte in foglia d'oro, realizzate con una tecnica simile a quella che si usa per le cornici, che contribuiscono a migliorare le performance acustiche dell'aula. Dietro l'altare sono ricavati due absidi poco profondi, di nuovo in pietra di Verona, davanti ai quali è posizionata una crocefissione dello scultore Giuliano Vangi.
La fonte di illuminazione primaria è costituita da quattro alti lucernai a sezione triangolare, la cui falda s'inclina verso il baricentro della chiesa generando una stereometrica volumetria.
Disegni acquistabili
Gallerie fotografiche
Gli ultimi articoli dal blog
  • DOWNLOAD
  • GRATUITO
    per tutti
  • GRATUITO
    per utenti Archweb
  • ABBONAMENTO
    per utenti premium
  • ACQUISTO SINGOLO
    paga 1 e scarica 1
Archweb correlati